Global Summit Logistics & Supply Chain

28 E 29 MARZO 2017 – CENTRO CONGRESSI HOTEL & MEETING CENTERGROSS – BENTIVOGLIO/BOLOGNA

Il più completo e dinamico evento business dedicato ai servizi, alle soluzioni più innovative e ai sistemi integrati per la logistica industriale, distributiva e la supply chain.

Due giorni di aggiornamento e interazione per capire gli scenari competitivi e i trend di evoluzione della supply chain, incontrare aziende leader di settore, conoscere i vantaggi e le funzionalità dei più evoluti strumenti operativi e organizzativi.

Global Summit Logistics & Supply Chain è un appuntamento strategico per conoscere le soluzioni, gli approcci e le strategie per essere più performanti nella gestione di logistiche sempre più complesse, “digitali” e 4.0

CONFERENZE e AGGIORNAMENTO | INCONTRI ONE2ONE e BUSINESS

Speaker

Un’occasione per dare voce e credibilità alle aziende anche grazie a conferenze tenute da speaker professionisti e leader di settore.

  • Giovanni Scarpetta
    Fisico cibernetico da sempre attento al valore del mondo 3D come regolatore della qualità dei prodotti . Le sue ultime ricerche sono orientate alle potenzialità dei paradigmi del web e dei protocolli di comunicazione di ultima generazione
  • Ing. Isabella Longhi
    Laurea in Ingegneria conseguita al Politecnico di Torino. Socio e Membro del Consiglio di Amministrazione di Incas SpA, nonché Responsabile Tecnico della società. Esperienza ventennale nello studio e realizzazione di soluzioni logistiche e sistemi automatici integrati. Manager tecnico e commerciale, coinvolto in prima persona sui grandi impianti, dirige l’ufficio offering & progettazione.
  • Dott. Giovanni Cogliati
    Laureato in Economia all’Università Bocconi di Milano, ricopre oggi il ruolo di Sales Manager in Elemaster Group, società fondata nel 1978 a Lomagna (CO) dalla famiglia Cogliati e oggi riferimento a livello internazionale nella progettazione, sviluppo e produzione di schede, apparati e sistemi elettronici completi. I servizi offerti da Elemaster concernono l'intero ciclo di vita del prodotto, dalla produzione di circuiti stampati alla progettazione, certificazione, industrializzazione, prototipazione e produzione di schede e prodotti elettronici, alla logistica e servizi post vendita. Elemaster Group è presente in Italia, Stati Uniti, Cina, India e Tunisia.
  • Massimo Zanardini
    Fa parte del Laboratorio Research and Innovation for Smart Enterprises (RISE) presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia. Si è laureato presso la medesima università a marzo 2012 in Ingegneria Gestionale, discutendo una tesi sulle modalità di collaborazione ed integrazione fornitore-cliente lungo le filiere logistiche. Ha conseguito nel 2016 il titolo di Ph.D. investigando il livello di conoscenza, diffusione e utilizzo delle nuove tecnologie digitali all’interno delle imprese manifatturiere. Dal 2013 affronta e studia le tecnologie di Stampa 3D, IoT e Big Data, ed ha supportato diverse imprese manifatturiere nella valutazione di queste tecnologie sia da un punto di vista tecnico sia economico
  • Lorenzo Mandolesi
    Operation & Purchasing Director presso Guzzini S.p.A. Esperto di Supply Chain Mangement, Procurement e Operations con più di 10 anni di esperienza nella progettazione, implementazione ed esecuzione di strategie di processo, verticale e trasversali per inter-funzione, con obiettivo di rafforzare i risultati di business e con conseguente maggiore fiducia dei clienti.
  • Ing. Paolo Barbatelli
    Nato nel 1964 a Spoleto (PG) è Ingegnere Elettronico con Master in Scienze Aziendali e Management. Dal 2008 è in ROLD, storica realtà manifatturiera di componenti meccatronici per gli elettrodomestici. Contribuisce allo sviluppo internazionale (Cina ed USA) e delle divisioni Lighting e SmartPower e alla creazione dell’innovativa ROLD Research. Ha contribuito in modo determinante all’evoluzione di Rold verso l’Industry 4.0, creando la piattaforma SmartFab, insieme con Samsung, per il Digital Manufacturing.
  • Stefano Bianchi
    Classe 1960. Consulente logistico dal 1990. Autore di numerosi articoli, partecipa come chairman e relatore a convegni e seminari su temi logistici e svolge attività di coordinamento e docenza in master in logistica industriale organizzati da università ed associazioni industriali. Dal 2010 è amministratore di AB Coplan s.r.l.
  • Luca Turmolini
    Manufacturing Operation Management Portfolio Developer Executive. Con oltre 20 anni di esperienza , tra L’Italia e la Spagna, nell’implementazione di soluzioni software per l’automazione industriale sino ai piu’ moderni sistemi MES/MOM, aiuta i clienti a portare le loro aziende a nuovi livelli di eccellenza e competitività produttiva.
  • Paolo Azzali
    Classe 1965. Consulente di logistica e supply chain management dal 1991. Autore di oltre 100 articoli, partecipa da oltre 15 anni come relatore e docente a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione professionali. Dal 2010 è amministratore di AB Coplan Srl Dal 2008 è il consulente di Logistica dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI).
  • Ing. Lorenzo Vezzani
    Partner di Inema srl, si occupa di consulenza organizzativa e operations management da 15 anni. Ha condotto interventi in ambito Supply Chain in numerosi settori, tra cui manufacturing, chemical, automotive, aerospace, construction, food&beverage ed utilities
  • Lorenzo Riches
    E' Data Scientist in ToolsGroup dove fa parte del team di Advanced Analytics. Ingegnere elettronico, si occupa principalmente dell’implementazione di algoritmi di machine learning per il demand sensing e demand forecasting nelle soluzioni fornite da ToolsGroup per la demand analytics.
  • Cesare Cernuschi
    Socio fondatore e Amministratore Delegato di SIMCO, società di consulenza specializzata nella ottimizzazione della Supply Chain fondata nel 1981 che ha sviluppato oltre 1.600 progetti per più di 400 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior consultant nell’area del layout e dell’organizzazione dei magazzini, della distribuzione fisica, delle strutture organizzative aziendali.
  • Paolo Giunta
    Laureato in Architettura a Milano nel 2000, fonda lo Studio Giunta nel 2002 e dal 2005 è “professionista antincendio” iscritto negli appositi elenchi del Ministero dell’Interno. Dal 2013 avvia le attività di verifiche statiche e controlli visivi sulle scaffalature metalliche. Oggi gestisce una squadra di 14 persone che opera su tutto il territorio nazionale, svolgendo servizi di ingegneria per la logistica, la GDO e il retail.
  • Carlo Pascale Guidotti Magnani
    Specialista esperto di soluzioni hardware e software per la produzione, la logistica, l’industria e il retail. Dal 1989 in Infos SpA, passa a Datalogic nel 1992 come Capo Filiale Emilia Romagna ed entra in Alfacod nel 1998.
  • Ing. Marco Crasnich
    Esperto di logistica ha maturato precedenti esperienze manageriali come responsabile di settori logistici in importanti aziende multinazionali. Amministratore e socio di Overlog srl, azienda che da più di 25 anni ingegnerizza, sviluppa e realizza sistemi avanzati di gestione ed ottimizzazione logistica di produzione e magazzino attraverso l’implementazione del WMS proprietario SLIM2k.
  • Andrea Tinti
    Inventore della tecnologia di comunicazione “IUNGOmail” (patent n. 1334748) utilizzata dalla soluzione IUNGO, Andrea Tinti si occupa di consulenza e realizzazione di progetti di “Supply Chain Collaboration” di successo attraverso il coinvolgimenti di TUTTI i fornitori, dal piccolo terzista alla multinazionale e ovunque nel mondo. Ingegnere gestionale, ha lavorato in Italia e in Spagna per primarie aziende dei settori manifatturiero, fashion e servizi ai cittadini
  • Nicola Borghi
    Laureato in Ingegneria presso l’Università di Bologna. Attualmente è Operation Director presso Due Torri Spa di Minerbio/Bologna. In precedenza sempre per la stessa società ha ricoperto il ruolo di ICT Dept Manager e Quality Assurance Manager
  • Andrea Manghi
    Nato a Reggio Emilia, classe 78’. Esperienze lavorative precedenti presso un’azienda metalmeccanica. In OM STILL dal 2003 dove ha ricoperto diversi incarichi anche per l’estero. Dal 2012 ricopre il ruolo di Sales Manager della Filiale Emilia.
  • Vincenzo Verità
    53 anni, è il Direttore della divisione POS&IT Automation della ASEM S.p.A azienda Italiana leader nella progettazione e produzione di soluzioni hardware PC based nei mercati dell’Automazione Industriale, del Punto Vendita e di altri mercati verticali .
  • Ing. Fabrizio Taboga
    Supply Chain Consultant e Project manager in Tecnest, azienda di riferimento in Italia per le soluzioni per la gestione della produzione e della supply chain. Da diversi anni gestisce progetti di implementazione di modelli e soluzioni, in particolare in ambito MES (Manufacturing Execution System), presso aziende di diversi settori industriali.
  • Stefano Sarasso
    Ingegnere, a lungo Executive di una delle maggiori multinazionali di Consulenza e System Integration al mondo. Esperto di sistemi di localizzazione in tempo reale, è l’attuale Amministratore Delegato di Ubiquicom, la principale società italiana produttrice di tecnologie e soluzioni RTLS.
  • Roberto Vaghi
    lavora nell’informatica da quasi 30 anni, svolgendo attività diverse dal programmatore all’analista, dal capo progetto al commerciale. Folgorato dalla logistica nel 1994, si è occupato di identificazione automatica e impianti di imballaggio per poi tornare all’informatica. Ha gestito numerosi progetti WMS di cui una trentina in ambito SAP. Opera in Beta80 per sviluppare l’area SAP della BU Supply Chain & Warehouse Management.
  • Marco Cernuschi
    Senior Partner Consultant di SIMCO, società di consulenza specializzata nell'ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 1.800 progetti per più di 450 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.
  • Giorgio Tesorieri
    Vicepresidente di Infolog Spa, con esperienza consolidata di oltre 30 anni soprattutto in ambito ERP nazionali e internazionali, si occupa delle linee commerciali strategiche riguardo alla espansione della società per i sistemi e le soluzioni software INTELLIMAG WMS&SCM in ambito nazionale e internazionale.
  • Cristina Motta
    Global line manager divisione logistica di framos imging system
  • Claudio Gagliardini
    Esperto di Webmarketing, Social Media Marketing (SMM), Digital PR, e comunicazione sui media digitali, cofondatore di seidigitale.com, progetta e cura strategie di Comunicazione & Marketing online, con particolare riferimento ai settori del Turismo, Food, Automotive e Real Estate. Blogger, divulgatore, formatore, speaker e relatore nei più importanti eventi e appuntamenti del settore. Co-Autore inisieme ad Ale Agostini di "Social Google Marketing", edito da Hoepli nel 2015. Quando, come e perché utilizzare i Social Media e le piattaforme della rete all'interno di una strategia di marketing è il fulcro del suo lavoro, che non si limita agli aspetti squisitamente tecnici, ma sconfina nello studio delle implicazioni e dell’impatto che essi hanno sulla diffusione e sulla percezione del messaggio.
  • Francesco Sacerdoti
    Ingegnere elettronico da sempre attento alle problematiche dell’automazione e della misura . Le sue ultime ricerche sono orientate ai sempre più affascinanti paradigmi dell’Image processing e alle sue potenzialità collegate al mondo del 3D
  • Silvio Panetta
    E' responsabile dello sviluppo commerciale di COMARCH in Italia per il settore Trade & Services. Negli ultimi 5 anni e’ stato responsabile dello sviluppo dei progetti EDI, GDSN e EPCIS come partner tecnologico di Indicord-ECR|GS1 Italy aiutando oltre 600 tra le importanti aziende italiane nell’implementazione di un percorso di digitalizzazione adottando lo scambio elettronico dei documenti (EDI) attraverso gli standard GS1 di settore
  • Roberto Canova
    E' socio fondatore di Erredi Consulting, società di integrazione di sistemi per la quale ricopre la carica di Amministratore Delegato. Esperto di logistica, presente da oltre 20 anni sui temi del magazzino e dei trasporti, ha speso gran parte della propria attività professionale all’interno di contesti multinazionali ed iniziative imprenditoriali. Dal 2010 è attivo sui temi della previsione della domanda e dell’ottimizzazione delle scorte ambito nel quale collabora con player più affermati a livello internazionale fra cui Herlitz Inventory (www.herlitzim.com) realtà con sede a Boston USA
  • Andrea Buson
    Amministratore della iDSistemi, società specializzata nello sviluppo di soluzioni software e hardware nel campo dell’identificazione automatica. Con una formazione tecnico-economica ha dato vita a numerosi progetti innovativi, tra cui: nel 2006 allo Smau ha presentato i primi lettori tag 125 KHz, nel 2003 ha presentato il primo WMS interamente WEB in modalità S.a.S, nel 2008 il sistema Track & Trace con dispositivi consumer (Smarphone Symbian e nel 2010 Android)
  • Marco Belloni
    Partner di Logistics Reply, società del gruppo Reply leader in soluzioni avanzate per la Supply Chain Execution, vanta un’esperienza ventennale nella progettazione e nella realizzazione di soluzioni WMS basate sulla suite Click Reply™
Il programma
28 Marzo

08.00 - 09.00 Accoglienza partecipanti e welcome coffee

09.00 - 09.30 Tecnologia VS Manualità - Come va gestita la logistica di un'azienda? Opinioni contrapposte a confronto | Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

09.00 - 09.30 Tecnologia VS Manualità - Come va gestita la logistica di un'azienda? Opinioni contrapposte a confronto | Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

La diatriba fra i sostenitori di soluzioni tecnologiche e soluzioni più tradizionali per gestire la logistica è un classico della vita d’azienda.
Dove stanno andando le aziende?
Cosa pensano gli addetti ai lavori?
In questo dibattito Paolo Azzali presenta le ragioni di un “approccio tecnologico” mentre Stefano Bianchi cerca di rappresentare i manager più “conservatori”.
Chi riscuoterà i maggiori consensi?

Relatori
Paolo Azzali
Classe 1965. Consulente di logistica e supply chain management dal 1991.
Autore di oltre 100 articoli, partecipa da oltre 15 anni come relatore e docente a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione professionali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan Srl
Dal 2008 è il consulente di Logistica dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI).

Stefano Bianchi
Classe 1960. Consulente logistico dal 1990.
Autore di numerosi articoli, partecipa come chairman e relatore a convegni e seminari su temi logistici e svolge attività di coordinamento e docenza in master in logistica industriale organizzati da università ed associazioni industriali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan s.r.l.

09.00 - 09.30 Sistemi hardware per implementazioni MES | Relatore Vincenzo Verità - Asem

09.00 - 09.30 Sistemi hardware per implementazioni MES | Relatore Vincenzo Verità - Asem

La spinta verso la digitalizzazione dei processi produttivi identificata dallo slogan Industry 4.0 , sta portando ad un utilizzo sempre più diffuso di sistemi MES (Manufacturing Execution Systems) sistemi software che, all’interno di un’azienda, si collocano idealmente tra i gestionali ERP e gli Scada/PLC delle macchine e raccolgono informazioni strategiche per aiutare il management a capire come le attuali condizioni del plant produttivo possono essere ottimizzate per migliorare la produzione. Per massimizzare l’efficacia della soluzione software è necessario che l’equipaggiamento hardware di campo sia ottimizzato per rendere proattivo il sistema. Molto spesso l’approccio degli IT manager tende a sottovalutare le implicazioni derivanti dall’utilizzo di terminali non appropriati quali ad esempio Thin Client o PC da ufficio, Monitor touch o PC All in One di tipo consumer, dimenticando che l’ambiente in cui questi oggetti vengono applicati tende a essere più ostile a seconda della natura dei beni prodotti. ASEM basandosi sulla notevole competenza acquisita in oltre 35 anni di esperienza come produttore di piattaforme PC based per l’automazione industriale , ha sviluppato una gamma completa di PC All in One , dotati delle necessarie caratteristiche per soddisfare tutte le esigenze delle applicazioni MES. Chassis in alluminio pressofuso completamente protetti da polveri e schizzi d’acqua, installabili a banco, a braccio o a parete, microprocessori senza ventole e dischi allo stato solido in grado di aumentare l’affidabilità complessiva, display ad alta luminosità e dimensioni variabili da 7” a 32”, sensori touch screen con tecnologie resistiva o capacitiva e periferiche di identificazione integrabili per tessere RFID, a banda magnetica o chip. Sistemi hardware estremamente affidabili e tecnologicamente evoluti che abbattono in modo considerevole il costo totale d’esercizio.

Relatore
Vincenzo Verità , 53 anni, è il Direttore della divisione POS&IT Automation della ASEM S.p.A azienda Italiana leader nella progettazione e produzione di soluzioni hardware PC based nei mercati dell’Automazione Industriale, del Punto Vendita e di altri mercati verticali .

09.30 - 10.00 Incontri one2one

10.00 - 10.30 Rold Smartfab + Inema > Industry 4.0 “Made Real” | Relatori Lorenzo Vezzani - Inema e Paolo Barbatelli - Rold

10.00 - 10.30 Rold Smartfab + Inema > Industry 4.0 “Made Real” | Relatori Lorenzo Vezzani - Inema e Paolo Barbatelli - Rold

Vedremo insieme un caso di applicazione concreta di Industry 4.0.
Elettrotecnica Rold, una delle principali aziende italiane nella produzione di sistemi e di componenti per il settore del bianco ha sviluppato ed implementato all’interno dei propri plant la soluzione SmartFab; Inema, primaria società di consulenza operativa, ha supportato Rold nello sviluppo di organizzazione, persone e competenze.
Delineeremo alcuni dei temi che si trovano ad affrontare i manager nell’applicazione del paradigma Industry 4.0:
– In che modo l’Industry 4.0 può creare valore sostenibile per la mia azienda?
– Quali tecnologie scegliere?
– Esistono soluzioni già disponibili sul mercato?
– Quali sono gli impatti su persone, competenze, processi e organizzazione?
– Quale roadmap di implementazione?
Il paradigma Industry 4.0 offre enormi potenzialità di sviluppo e coglierle è sempre meno procrastinabile, tuttavia sono richiesti vision, pianificazione e commitment.
La chiave di successo del caso “SmartFab + Inema” consiste nello sviluppo di un prodotto “semplice e ready-to-use” unitamente ad un approccio organizzativo customizzato focalizzato sullo sviluppo congiunto di organizzazione, processi e competenze.

Relatori
Ing. Lorenzo Vezzani
Lorenzo Vezzani, partner di Inema srl, si occupa di consulenza organizzativa e operations management da 15 anni. Ha condotto interventi in ambito Supply Chain in numerosi settori, tra cui manufacturing, chemical, automotive, aerospace, construction, food&beverage ed utilities.

Ing. Paolo Barbatelli
Nato nel 1964 a Spoleto (PG) è Ingegnere Elettronico con Master in Scienze Aziendali e Management. Dal 2008 è in ROLD, storica realtà manifatturiera di componenti meccatronici per gli elettrodomestici. Contribuisce allo sviluppo internazionale (Cina ed USA) e delle divisioni Lighting e SmartPower e alla creazione dell’innovativa ROLD Research. Ha contribuito in modo determinante all’evoluzione di Rold verso l’Industry 4.0, creando la piattaforma SmartFab, insieme con Samsung, per il Digital Manufacturing.

10.00 - 10.30 NON SOLO WMS: Il magazzino come baricentro per una logistica e Supply Chain efficiente. Strumenti e tecnologie per l’innovazione tecnologica a partire dal magazzino | Relatore Ing. Marco Crasnich - Overlog

10.00 - 10.30 NON SOLO WMS: Il magazzino come baricentro per una logistica e Supply Chain efficiente. Strumenti e tecnologie per l’innovazione tecnologica a partire dal magazzino | Relatore Ing. Marco Crasnich - Overlog

La logistica ha un ruolo decisamente strategico per il servizio ed i costi aziendali. Una buona logistica e Supply Chain non può prescindere da una efficiente e corretta gestione del magazzino e dal suo controllo.
Le tecnologie, anche recenti, consentono nuovi spunti ed abilitano nuovi salti di produttività e controllo in tutti i processi di magazzino.
Nell’intervento verranno presentati alcuni esempi concreti di interventi di successo applicati in realtà aziendali che hanno scelto tecnologie come VOICE, Pick To Light e che hanno affrontato il progetto come processo di Change Management interno. Anche le più avanzate tecnologie non possono infatti prescindere da un approccio progettuale integrato e dal coinvolgimento del personale del magazzino stesso.

Relatore
Ing. Marco Crasnich – Socio ed amministratore di Overlog

10.30 -11.00 Incontri one2one

11.00 - 11.30 Social Listening: input non tradizionali per migliorare la previsione della domanda | Relatore Lorenzo Riches - ToolsGroup

11.00 - 11.30 Social Listening: input non tradizionali per migliorare la previsione della domanda | Relatore Lorenzo Riches - ToolsGroup

La previsione della domanda nella supply chain è storicamente basata sui dati transazionali inside-out come le serie storiche di vendita. In questo intervento si cercherà di mostrare come i modelli di forecasting possono prendere in considerazione informazioni provenienti da fonti outside-in come il web, il meteo o indici macroeconomici. Il focus sarà rivolto in particolare ai dati provenienti dai social media.

Relatore
Lorenzo Riches è Data Scientist in ToolsGroup dove fa parte del team di Advanced Analytics.
Ingegnere elettronico, si occupa principalmente dell’implementazione di algoritmi di machine learning per il demand sensing e demand forecasting nelle soluzioni fornite da ToolsGroup per la demand analytics.

11.00 - 11.30 Come migliorare l’efficienza e la visibilita’ dei processi di Supply Chain attraverso lo scambio di documenti in formato elettronico (EDI) con i propri business partner | Relatore Silvio Panetta - Comarch

11.00 - 11.30 Come migliorare l’efficienza e la visibilita’ dei processi di Supply Chain attraverso lo scambio di documenti in formato elettronico (EDI) con i propri business partner | Relatore Silvio Panetta - Comarch

Mantenere competitivita’ ed efficienza in Supply Chain sempre piu’ complesse e dinamiche richiede una continua ottimizzazione dei processi. Senza un adeguato percorso di automazione e digitalizzazione dei processi e’ possibile compromettere la collaborazione e comunicazione con i tuoi business partner.
Perseguire una strategia di digitalizzazione dei processi di Supply Chain e’ alla base dell’adozione dell’Electronic Data Interchange (EDI) che consente risparmi fino a 65 Euro per ciascun processo order-to-pay (fonte: Politecnico di Milano).
L’adozione dello standard GDSN (Global Data Synchronization Network) inoltre consente di migliorare l’allineamento delle informazioni anagrafiche di prodotto tra i vari attori delle Supply Chain migliorando l’efficienza dei processi logistici caratteristici di un rapporto di fornitura e spedizione di prodotti.
La piattaforma COMARCH EDI ha dato risposta alle esigenze digitali di oltre 100.000 aziende nel mondo che ogni anno scambiano oltre 600 milioni di documenti e informazioni in formato elettronico con i propri business partners.
L’analisi di casi di successo di importanti aziende multinazionali mettera’ in evidenza i dettagli di implementazione della soluzione e vantaggi ottenuti.

Relatore
Silvio Panetta e’ responsabile dello sviluppo commerciale di COMARCH in Italia per il settore Trade & Services.
Negli ultimi 5 anni e’ stato responsabile dello sviluppo dei progetti EDI, GDSN e EPCIS come partner tecnologico di Indicord-ECR|GS1 Italy aiutando oltre 600 tra le importanti aziende italiane nell’implementazione di un percorso di digitalizzazione adottando lo scambio elettronico dei documenti (EDI) attraverso gli standard GS1 di settore.

11.30 - 12.30 Incontri one2one

12.30 - 13.00 Come progettare un magazzino senza commettere errori | Relatore Dr. Cesare Cernuschi - Simco

12.30 - 13.00 Come progettare un magazzino senza commettere errori | Relatore Dr. Cesare Cernuschi - Simco

Il servizio logistico che l’Azienda è in grado di erogare ai suoi Clienti è un fattore fondamentale per il successo in un mercato sempre più competitivo.
Per avere un magazzino moderno, efficace ed efficiente non è più sufficiente agire solo sulle tecnologie (hardware e software) e sulle attrezzature di stoccaggio e movimentazione ma è sempre più necessario investire tempo e risorse sul progetto: confrontare diverse soluzioni, individuare i più idonei modelli organizzativi, coniugare al meglio automazione e flessibilità dei processi, verificare attraverso stress test la configurazione del magazzino al variare di diversi scenari (come ad esempio il profilo degli ordini o il crescere/diminuire dei flussi o delle rotazioni).
L’intervento analizza i temi sopra elencati, evidenziando la forte integrazione che esiste fra un buon progetto ed un risultato finale che rispecchi gli obiettivi dell’intervento, sia di reingegnerizzazione parziale sia di nuova realizzazione.

Relatore
Dr. Cesare Cernuschi
Socio fondatore e Amministratore Delegato di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 1.800 progetti per più di 450 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.

12.30 - 13.00 Success Story: Come l'introduzione della sedApta Suite ha aiutato Guzzini ad ottimizzare il tempo di attraversamento nella Supply Chain | Relatore Lorenzo Mandolesi - Guzzini

12.30 - 13.00 Success Story: Come l'introduzione della sedApta Suite ha aiutato Guzzini ad ottimizzare il tempo di attraversamento nella Supply Chain | Relatore Lorenzo Mandolesi - Guzzini

L’ ottimizzazione del tempo di attraversamento nella SUPPLY CHAIN ha reso l’azienda Guzzini più competitiva sul mercato, non solo dal punto di vista del tempo di reazione (Lead time e Time to market compressi), ma anche da quello di efficienza economica e finanziaria, che ha permesso di superare i momenti di contrazione di mercato e acquisirne di nuovi. Le problematiche operative che si stavano delineando in azienda erano di origine sia esterna: la polverizzazione degli ordini del mercato retail (B2C) conseguenza di una radicale metamorfosi del settore; che interna: il progressivo aumento di referenze di prodotto, che con una gestione sbilanciata tra il phase in di nuove referenze rispetto al phase out avrebbero creato un incremento del valore di magazzino sugli MTS e conseguente immobilizzo finanziario.
Le implementazioni della Suite sedApta effettuate nel periodo 2004-2015 hanno permesso a Guzzini di avere oggi una supply chain allineata alle esigenze del mercato B2C e capace di affrontare canali di bussiness B2B (promotional, industry), con le logiche corrette “short time” ,prevedibilità della domanda estremamente ridotta e redemption sempre incerte. Il tutto con grande efficienza.

Relatore
Lorenzo Mandolesi, Operation & Purchasing Director presso Guzzini S.p.A.
Esperto di Supply Chain Mangement, Procurement e Operations con più di 10 anni di esperienza nella progettazione, implementazione ed esecuzione di strategie di processo, verticale e trasversali per inter-funzione, con obiettivo di rafforzare i risultati di business e con conseguente maggiore fiducia dei clienti.

13.00 - 14.00 Lunch

14.00 - 14.30 Gli strumenti per misurare la logistica | Nicola Borghi - Due Torri

14.00 - 14.30 Gli strumenti per misurare la logistica | Nicola Borghi - Due Torri

L’intervento “Gli strumenti per misurare la logistica” si pone come obiettivo quello di fornire degli strumenti pratici attraverso i quali misurare la logistica. Saranno mostrati i vantaggi, benefici e rischi dell’outsourcing logistico per poi passare al focus dell’intervento. Alcuni casi concreti di misurazione aiuteranno a mettere in evidenza l’utilizzo degli strumenti mostrati per rendere la logistica il più efficiente possibile sotto ogni punto di vista.

Relatore
Nicola Borghi
Laureato in Ingegneria presso l’Università di Bologna, attualmente è Operation Director presso Due Torri Spa di Minerbio/Bologna. In precedenza sempre per la stessa società ha ricoperto il ruolo di ICT Dept Manager e Quality Assurance Manager.

14.00 - 14.30 Dall’Industria alla Logistica 4.0: la visione della supply chain al tempo delle tecnologie digitali | Relatore Massimo Zanardini - Università di Brescia

14.00 - 14.30 Dall’Industria alla Logistica 4.0: la visione della supply chain al tempo delle tecnologie digitali | Relatore Massimo Zanardini - Università di Brescia

Industry 4.0, Advanced Manufacturing, Smart manufacturing, Quarta rivoluzione industriale…
Sono solo alcuni dei termini con cui ormai quotidianamente veniamo bombardati dai media e (più recentemente) dalle istituzioni, che sottintendono un cambiamento radicale nell’operatività delle imprese manifatturiere e, più in ampio, dell’economia.
È evidente come gli impatti attesi di questa nuova rivoluzione abbiano impatti sia sulle attività delle imprese manifatturiere sia su quelle degli operatori logistici. L’obiettivo del workshop sarà quindi quello di presentare evidenze e casi applicativi delle tecnologie digitali conclamate più rilevanti e disruptive, declinandone gli utilizzi operativi per le imprese e per gli operatori logistici.
Le domande a cui verrà data risposta saranno le seguenti:
• Quali sono le tecnologie sulle quali puntare l’attenzione?
• In che modo possono essere impiegate, e con quali vantaggi e benefici?
• Con quali impatti per il sistema paese Italia?
I partecipanti verranno quindi introdotti alle principali conseguenze che sarà lecito attendersi in seguito alla diffusione delle nuove tecnologie digitali, comprendendo quali potranno essere le opportunità e/o le criticità per la propria azienda e per il proprio settore nell’affrontare questa nuova rivoluzione industriale.

Relatore
Massimo Zanardini fa parte del Laboratorio Research and Innovation for Smart Enterprises (RISE) presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia.
Si è laureato presso la medesima università a marzo 2012 in Ingegneria Gestionale, discutendo una tesi sulle modalità di collaborazione ed integrazione fornitore-cliente lungo le filiere logistiche. Ha conseguito nel 2016 il titolo di Ph.D. investigando il livello di conoscenza, diffusione e utilizzo delle nuove tecnologie digitali all’interno delle imprese manifatturiere. Dal 2013 affronta e studia le tecnologie di Stampa 3D, IoT e Big Data, ed ha supportato diverse imprese manifatturiere nella valutazione di queste tecnologie sia da un punto di vista tecnico sia economico.

14.30 - 15.30 Incontri one2one

15.30 - 16.00 Elemaster verso la Fabbrica 4.0: +20% di efficienza e visibilità in tempo reale con MES, tracciabilità e visual manufacturing | Relatori Ing. Fabrizio Taboga - Tecnest | Dott. Giovanni Cogliati - Elemaster Group

15.30 - 16.00 Elemaster verso la Fabbrica 4.0: +20% di efficienza e visibilità in tempo reale con MES, tracciabilità e visual manufacturing | Relatori Ing. Fabrizio Taboga - Tecnest | Dott. Giovanni Cogliati - Elemaster Group

Fondata nel 1978 e con headquarter in provincia di Lecco, Elemaster è oggi una delle più importanti società ODM-EMS (Original Design/Equipment Manufacturer) in Europa, specializzata nella progettazione, sviluppo e realizzazione sia di schede elettroniche che di dispositivi completi, integrati con la produzione di componenti custom e la produzione di PCB.
Negli ultimi anni Elemaster ha vissuto una forte crescita di mercato accompagnata da un importante processo di innovazione e trasformazione aziendale che ha visto, da un lato, l’internazionalizzazione e l’apertura di nuovi stabilimenti negli Stati Uniti, in Cina e in India, e, dall’altro, una rivoluzione dei propri sistemi informatici per migliorare l’efficienza dei processi e la pianificazione aziendale.
È in questo contesto che nasce la collaborazione con Tecnest e il progetto di implementazione del sistema J-Flex MES per la raccolta dei dati di produzione in tempo reale attraverso l’interfacciamento con le linee di produzione, la completa gestione dello shopfloor con palmari e dispositivi user friendly e dashboard di sintesi per i supervisori di reparto e la completa gestione dei legami di tracciabilità dalle materie prime al prodotto finito e viceversa.
Un progetto che ha permesso ad Elemaster di migliorare la visibilità su tempi, materiali e risorse, di ottimizzare i tempi ciclo e di individuare i colli di bottiglia lungo il processo produttivo per ottenere una maggiore efficienza pari al 20%.

Relatori
Ing. Fabrizio Taboga, Tecnest srl
Supply Chain Consultant e Project manager in Tecnest, azienda di riferimento in Italia per le soluzioni per la gestione della produzione e della supply chain. Da diversi anni gestisce progetti di implementazione di modelli e soluzioni, in particolare in ambito MES (Manufacturing Execution System), presso aziende di diversi settori industriali.

Dott. Giovanni Cogliati, Elemaster Group
Laureato in Economia all’Università Bocconi di Milano, ricopre oggi il ruolo di Sales Manager in Elemaster Group, società fondata nel 1978 a Lomagna (CO) dalla famiglia Cogliati e oggi riferimento a livello internazionale nella progettazione, sviluppo e produzione di schede, apparati e sistemi elettronici completi. I servizi offerti da Elemaster concernono l’intero ciclo di vita del prodotto, dalla produzione di circuiti stampati alla progettazione, certificazione, industrializzazione, prototipazione e produzione di schede e prodotti elettronici, alla logistica e servizi post vendita. Elemaster Group è presente in Italia, Stati Uniti, Cina, India e Tunisia.

15.30 - 16.00 Innovation of the future | Luca Turmolini - Siemens

15.30 - 16.00 Innovation of the future | Luca Turmolini - Siemens

La digitalizzazione sta portando un cambiamento ad ogni aspetto della nostra vita, a maggior ragione sta portando a una trasformazione dell’industria e nel modo di produrre. Oggi Una azienda digitalizzata non può prescindere da una interoperabilità fra il mondo del PLM (Product Lifecycle Management), MOM (Manufacturing Operation Management) e Automation. Siemens risponde alle esigenze del mercato con la Digital Enterprise Software Suite che attraverso il CLM (Closed Loop Manufacturing) supporta l’azienda nella fase di virtualizzazione dei prodotti, processi ed impianti. Questo permette la realizzazione ed ottimizzazione degli stessi impianti su cui successivamente, durante la fase di Execution, si raccolgono dall’impianto reale tutte le informazioni che vengono rimandate alla progettazione supportando il processo di miglioramento continuo.
I nostri clienti posso gradualmente partire da uno di questi elementi per poi estenderli ad ogni aspetto della catena di valore, dal design dei prodotti ai servizi, a seconda delle attuali esigenze. Siemens collega il mondo della produzione virtuale e reale in un unico ecosistema per un time-to-market piu’ veloce e una migliore flessibilità, qualità ed efficienza.
Con le soluzioni scalabili di Siemens le aziende di tutte le dimensioni possono ora diventare un’azienda digitalizzata.

Relatore
Luca Turmolini – Manufacturing Operation Management Portfolio Developer Executive.
Con oltre 20 anni di esperienza , tra L’Italia e la Spagna, nell’implementazione di soluzioni software per l’automazione industriale sino ai piu’ moderni sistemi MES/MOM, aiuta i clienti a portare le loro aziende a nuovi livelli di eccellenza e competitività produttiva.

16.00 - 17.00 Incontri one2one

17.00 - 17.30 Sicurezza sul lavoro. Dispositivi e soluzioni in ausilio alla sicurezza per la movimentazione con i carrelli elevatori | Manghi Andrea - Om Still

17.00 - 17.30 Sicurezza sul lavoro. Dispositivi e soluzioni in ausilio alla sicurezza per la movimentazione con i carrelli elevatori | Manghi Andrea - Om Still

Sicurezza sul lavoro. Un tema sempre più importante, un punto focale all’interno di ogni impresa. Prima di parlare di sistemi di ausilio alla sicurezza è utile evidenziare i principali prerequisiti che devono sussistere affinché tali sistemi siano efficaci. Affinché si possa parlare di sicurezza il mezzo di lavoro dovrà essere correttamente manutenuto e controllato in tutte le sue parti. La semplicità di conduzione del mezzo, il confort, l’ergonomia e la visibilità concorrono a mantenere alta l’attenzione del carrellista e a incrementare la sicurezza della movimentazione. Si è visto come in Italia esiste un parco carrelli dotati da una anzianità di servizio davvero rilevante ed i problemi riscontrabili su queste macchine sono molteplici. Successivamente si proseguirà con l’analisi e la distinzione tra i sistemi di sicurezza di tipo preventivo, sistemi passivi di ausilio alla sicurezza e sistemi di sicurezza attivi. Entrando nello specifico analizzando tutti quelli che sono gli aspetti positivi e i benefici che un’impresa può trarre adottando sistemi di sicurezza preventiva.

Relatore
Manghi Andrea
Manghi Andrea nato a Reggio Emilia, classe 78’.
Esperienze lavorative precedenti presso un’azienda metalmeccanica.
In OM STILL dal 2003 dove ha ricoperto diversi incarichi anche per l’estero. Dal 2012 ricopre il ruolo di Sales Manager della Filiale Emilia.

17.00 - 17.30 Efficienza, produttivita’: ci sono ancora margini di crescita? | Relatore Andrea Buson - iDSistemi

17.00 - 17.30 Efficienza, produttivita’: ci sono ancora margini di crescita? | Relatore Andrea Buson - iDSistemi

La capacità competitiva dell’impresa dipende dalla capacità di crescere ed innovare rispetto a tre fattori chiave: qualità, costo e tempo. Parametri ricercati negli strumenti di lavoro, ma è tempo di valorizzare la forza lavoro. La filosofia del WMS, PowerStore, permette di valorizzare la forza lavoro e diminuire la perdita di efficienza dovuta all’utilizzo dei convenzionali, primitivi, strumenti di identificazione e controllo.
PowerStore ha puntato sull’integrazione uomo macchina, plasmandosi non solo in base ai prodotti trattati, ma anche alle esigenze e caratteristiche dell’operatore. La fusione tra PowerStore e la Mobility DNA di Zebra vi dimostreranno come sia è stato possibile.

Relatore
Buson Andrea.
Amministratore della iDSistemi, società specializzata nello sviluppo di soluzioni software e hardware nel campo dell’identificazione automatica. Con una formazione tecnico-economica ha dato vita a numerosi progetti innovativi, tra cui: nel 2006 allo Smau ha presentato i primi lettori tag 125 KHz, nel 2003 ha presentato il primo WMS interamente WEB in modalità S.a.S, nel 2008 il sistema Track & Trace con dispositivi consumer (Smarphone Symbian e nel 2010 Android) .

17.30 - 18.00 Incontri one2one

18.00 - 18.30 I sette passi per l’ottimizzazione delle scorte. Ovvero come strutturare il processo di acquisto con il supporto di HIMPACT - Herlitz Inventory ed incrementare il profitto dell’azienda | Relatore Roberto Canova - Erredi Consulting

18.00 - 18.30 I sette passi per l’ottimizzazione delle scorte. Ovvero come strutturare il processo di acquisto con il supporto di HIMPACT - Herlitz Inventory ed incrementare il profitto dell’azienda | Relatore Roberto Canova - Erredi Consulting

Più di vent’anni fa un gruppo di innovativi ricercatori IBM capitanati da Anders Herlitz, fondatore di E3 Corporation ed ideatore delle soluzioni AWR e ASR di JDA, identificò i primi modelli matematici e le best-practice che ancora ad oggi caratterizzano una corretta pianificazione della domanda, un’adeguata gestione delle scorte, ed una conseguente ottimizzazione dei processi di approvvigionamento.

L’intervento si pone l’obiettivo, sulla base dell’originale contributo di Anders Herlitz, ed in funzione degli innovativi contenuti resi disponibili dalla nuova soluzione HIMPACT di Herlitz Inventory, di illustrare i sette processi caratteristici che possono sensibilmente influenzare l’andamento economico aziendale delle aziende attive in ambito WHOLESALE – RETAIL. In altri termini: come incrementare il fatturato ed il margine di contribuzione mediante una corretta attività di pianificazione ed ottimizzazione delle scorte e, al tempo stesso, poter ridurre capitale circolante e costi operativi.

I processi caratteristici che verranno considerati nel corso dell’intervento sono i seguenti:

1. Previsione della domanda (e logiche innovative per delle previsioni sempre accurate)
2. Previsione dei tempi di approvvigionamento (a livello di singolo codice/fornitore/magazzino)
3. Ottimizzazione del ciclo di approvvigionamento (con chiara consapevolezza del profitto conseguibile)
4. Analisi ed ottimizzazione del livello di servizio (a livello di singolo codice/fornitore/magazzino)
5. Definizione dell’approvvigionamento (a tutti gli effetti una proposta di investimento in scorte)
6. Analisi degli ordini speciali (acquisti speculativi e negoziazioni consapevoli con i fornitori)
7. Validazione degli ordini di acquisto (con ottimizzazione dei trasporti e di tutti i vincoli di fornitura)

Relatore
Roberto Canova è socio fondatore di Erredi Consulting, società di integrazione di sistemi per la quale ricopre la carica di Amministratore Delegato. Esperto di logistica, presente da oltre 20 anni sui temi del magazzino e dei trasporti, ha speso gran parte della propria attività professionale all’interno di contesti multinazionali ed iniziative imprenditoriali. Dal 2010 è attivo sui temi della previsione della domanda e dell’ottimizzazione delle scorte ambito nel quale collabora con player più affermati a livello internazionale fra cui Herlitz Inventory (www.herlitzim.com) realtà con sede a Boston USA.

18.00 - 18.30 Localizzazione in tempo reale (RTLS) nell’intralogistica, nella produzione, nella sicurezza: casi reali | Relatore Stefano Sarasso - Ubiquicom

18.00 - 18.30 Localizzazione in tempo reale (RTLS) nell’intralogistica, nella produzione, nella sicurezza: casi reali | Relatore Stefano Sarasso - Ubiquicom

In un mercato globale altamente competitivo come quello attuale, la gestione del magazzino diventa un’area determinante per ridurre i costi nell’intera supply chain e recuperare efficienza nella logistica, nei processi produttivi e nell’impiego delle risorse. L’innovazione tecnologica consente oggi di implementare suite di soluzioni integrate volte a ottimizzare la gestione del magazzino verso la sua completa automazione con ritorni consistenti sulla redditività. Anche in questo caso le tecnologie dell’informazione, e più in particolare l’Internet of Things e i Real Time Locating Systems, possono offrire un valido supporto aumentando il grado di visibilità e di controllo sulla filiera.
Per le aziende che puntano all’efficienza nella gestione del magazzino è oggi possibile monitorare, localizzare e gestire in modo ottimale le risorse critiche lungo l’intera catena del valore. Combinando funzionalità di tracking indoor e outdoor, sensoristica distribuita e telecontrollo, si possono conseguire al contempo:
– efficienza nell’utilizzo dei mezzi di movimentazione, dei contenitori e degli spazi di movimentazione e stoccaggio
– “big data” per il management, a supporto della reportistica, della rilevazione delle criticità, dell’individuazione degli sprechi e delle operazioni di ottimizzazione dei processi e del layout dei magazzini
– ottimizzazione degli investimenti in macchinari e materiale
– ottimizzazione dell’efficienza e della sicurezza del personale
– miglioramento della qualità del servizio offerto e soddisfazione dei clienti

Relatore
Stefano Sarasso
Ingegnere, a lungo Executive di una delle maggiori multinazionali di Consulenza e System Integration al mondo.
Esperto di sistemi di localizzazione in tempo reale, è l’attuale Amministratore Delegato di Ubiquicom, la principale società italiana produttrice di tecnologie e soluzioni RTLS.

Dalle 18.30 Aperitivo di fine giornata

29 Marzo

08.00 - 09.00 Accoglienza partecipanti e welcome coffee

09.30 - 09.30 La Logistica 4.0 evolve il tradizionale material handling verso le logiche di smart factory | Marco Belloni - Logistics Reply

09.30 - 09.30 La Logistica 4.0 evolve il tradizionale material handling verso le logiche di smart factory | Marco Belloni - Logistics Reply

I fattori chiave nel rilancio industriale, noto con il nome di Industry 4.0, riguardano la capacità di essere flessibili nel processo produttivo e distributivo e di farlo rispettando l’economicità, aumentando la produttività e garantendo una corretta gestione delle scorte.

Il Mercato richiede sempre più il “prodotto su misura” e, la filiera produttiva, per far fronte a questa richiesta nel rispetto della flessibilità e della produttività, deve privilegiare il flusso riducendo il più possibile i tempi di attraversamento ed i costi complessivi di produzione.

In questo contesto, la logistica svolge un ruolo cruciale se supportata da soluzioni informatiche sempre più inter-operazionali e capaci di prendere le opportune decisioni sulla base degli impulsi ricevuti.

Il flusso teso abilitato dal broad-casting informativo, dalla tracciabilità e dal controllo sui processi di material handling e l’integrazione con le macchine siano esse magazzini automatici sia strumenti di interazione uomo-macchina (P2L, VR, …) sono l’interpretazione del WMS al concetto di Logistica 4.0

Relatore
Marco Belloni
Partner di Logistics Reply, società del gruppo Reply leader in soluzioni avanzate per la Supply Chain Execution, vanta un’esperienza ventennale nella progettazione e nella realizzazione di soluzioni WMS basate sulla suite Click Reply™.

09.30 - 10.00 Incontri one2one

10.00 - 10.30 Efficienza e sicurezza nella Fabbrica 4.0 | Carlo Pascale Guidotti Magnani - Alfacod

10.00 - 10.30 Efficienza e sicurezza nella Fabbrica 4.0 | Carlo Pascale Guidotti Magnani - Alfacod

Il workshop è dedicato alle soluzioni RTLS per Magazzino, Industria, Ospedali e retailer, focalizzando l’analisi su innovativi software di navigazione 3D e sistemi di identificazione di mezzi e personale operativo in un’ottica di sicurezza. Innovative tecnologie che consentono non solo un’efficacia nella movimentazione delle merci ma anche un controllo di sicurezza sugli operatori. Un altro focus importante del workshop riguarderà l’ottimizzazione del Magazzino e l’automazione dei Fine Linea di produzione.

– Soluzioni RTLS per Magazzino e Industria
– Controllo e guida dei muletti con mappatura 3D del magazzino (Eagle Nav)
– Soluzioni RTLS per aziende, ospedali e negozi
– Sicurezza negli ambienti (anticollisione e pedoni): Eagle Safety
– Ottimizzazione del magazzino, Eagle Mag
– Automazione dei Fine Linea, Eagle Automation

Relatore
Carlo Pascale Guidotti Magnani
Specialista esperto di soluzioni hardware e software per la produzione, la logistica, l’industria e il retail. Dal 1989 è coinvolto in prima persona nel mondo delle soluzioni per l’Identificazione Automatica ed il Mobile Computing.

10.00 - 10.30 Il revamping legato a Industria 4.0 | Relatore Ing. Isabella Longhi - Incas

10.00 - 10.30 Il revamping legato a Industria 4.0 | Relatore Ing. Isabella Longhi - Incas

All’interno del Piano per l’Industria 4.0 sono stati previsti incentivi anche per le attività di revamping di impianti esistenti, per interventi cioè che mirino ad ammodernare i processi legati in qualche modo ai sistemi di produzione. Si parla quindi fondamentalmente di rinnovare la componentistica di sensorizzazione e controllo, legata alla parte elettrica e informatica delle macchine, per aumentare la loro affidabilità e garantire la continuità di vita dell’impianto.
Incas affronta l’argomento mettendo a disposizione i suoi 25 anni di esperienza nei revamping, ripercorrendo qualche realizzazione per trarre utili spunti di riflessione e discussione.

Relatore
Ing. Isabella Longhi
Laurea in Ingegneria conseguita al Politecnico di Torino.
Socio e Membro del Consiglio di Amministrazione di Incas SpA, nonché Responsabile Tecnico della società.
Esperienza ventennale nello studio e realizzazione di soluzioni logistiche e sistemi automatici integrati.
Manager tecnico e commerciale, coinvolto in prima persona sui grandi impianti, dirige l’ufficio offering & progettazione.

10.30 - 11.00 Incontri one2one

11.00 - 11.30 Come il logistico può sopravvivere ad un progetto SAP e trarne vantaggio | Roberto Vaghi - Beta80

11.00 - 11.30 Come il logistico può sopravvivere ad un progetto SAP e trarne vantaggio | Roberto Vaghi - Beta80

L’azienda classica è organizzata a compartimenti stagni e l’introduzione di un ERP come SAP, senza un’adeguata preparazione, può schiacciare l’organizzazione ingessando le attività.
Indipendentemente dal fatto che l’azienda si lasci ingessare oppure approcci il progetto con la visione adeguata attuando il cambiamento necessario, il responsabile della Logistica può sopravvivere ed anzi trarre un enorme vantaggio dal nuovo sistema. Analogamente nel caso in cui l’azienda abbia già un ERP e venga avviato un progetto che riguardi l’area della Supply Chain, il responsabile della Logistica deve utilizzare il giusto approccio per non soccombere, anzi per diventare il leader del cambiamento.
L’intervento vuole fornire alcuni spunti pratici per affrontare un progetto SAP e indicare i vantaggi ottenibili per tutta l’azienda, come l’integrazione e la flessibilità, ma anche per l’area Logistica, come la definizione chiara delle responsabilità, la valorizzazione del ruolo del Logistico, la possibilità di utilizzare i KPI per legare SLA e costi, oltre all’efficienza operativa e alla velocità di adeguarsi ai cambiamenti. Per ottenere questi vantaggi il responsabile della Logistica deve preparare in anticipo un proprio percorso a cui ricondurre le attività nelle diverse fasi progettuali, deve utilizzare i concetti giusti per saper giocare nel campo “avversario”, deve avere l’approccio corretto che può mutuare dalla sua stessa esperienza basata sulla visione concreta di saper vedere la parte importante delle cose, tralasciando particolarità minori, per passare subito all’azione.

Relatore
Roberto Vaghi lavora nell’informatica da quasi 30 anni, svolgendo attività diverse dal programmatore all’analista, dal capo progetto al commerciale. Folgorato dalla logistica nel 1994, si è occupato di identificazione automatica e impianti di imballaggio per poi tornare all’informatica. Ha gestito numerosi progetti WMS di cui una trentina in ambito SAP. Opera in Beta80 per sviluppare l’area SAP della BU Supply Chain & Warehouse Management.

11.00 - 11.30 Dove intervenire per aumentare l’efficienza nella supply chain | Sono sette gli ambiti individuati in cui si può agire per ridurre i costi, migliorare l’operatività e aumentare la redditività del ciclo passivo | Relatore Andrea Tinti - Iungo

11.00 - 11.30 Dove intervenire per aumentare l’efficienza nella supply chain | Sono sette gli ambiti individuati in cui si può agire per ridurre i costi, migliorare l’operatività e aumentare la redditività del ciclo passivo | Relatore Andrea Tinti - Iungo

Quando si affronta un progetto, che sia nuovo o, a maggior ragione, ricorsivo, come lo si può affrontare per essere sicuri di non tralasciare nulla o focalizzarsi troppo su qualcosa? Stilando una lista!

Quando si parla di Efficienza gli interventi, le azioni e le attività da “spuntare” possono essere davvero tante ma sostanzialmente riconducibili a 7 punti principali.
Nel workshop si analizzeranno nel dettaglio tali punti portando esempi pratici e casi di studio di aziende che sono riuscite ad efficientare tutto il processo di approvvigionamento dai fornitori spesso complesso e difficile da coordinare.

Si parlerà inoltre degli strumenti e degli automatismi che possono supportare gli Acquisti, la Logistica, il Magazzino, e le Operations nella ricerca della massima efficienza nella Supply Chain.

Numerose aziende hanno già scelto di dotarsi di tali strumenti abilitatori, tra cui: IMA, gruppo Danieli, Bosch Rexroth, Calzedonia, Luxottica, Datalogic, Toyota MH, Aermec, Wittur, GEA Group, ABS, Riello Group, Snap On, Nilfisk, Comer, Faac, Gianni Versace, Osram, Würth, Interpump, Ferretti Yachts.

Relatore
Andrea Tinti
Inventore della tecnologia di comunicazione “IUNGOmail” (patent n. 1334748) utilizzata dalla soluzione IUNGO, Andrea Tinti si occupa di consulenza e realizzazione di progetti di “Supply Chain Collaboration” di successo attraverso il coinvolgimento di TUTTI i fornitori, dal piccolo terzista alla multinazionale e ovunque nel mondo. Ingegnere gestionale, ha lavorato in Italia e in Spagna per primarie aziende dei settori manifatturiero, fashion e servizi ai cittadini.

11.30 - 12.30 Incontri one2one

12.30 - 13.00 Schedulatore di Magazzino (da sogno a realtà): la rivoluzione del WMS che cambia totalmente il modello di gestione delle risorse e delle scorte grazie alla “Regia Attiva” delle operations | Relatore Giorgio Tesorieri - Infolog

12.30 - 13.00 Schedulatore di Magazzino (da sogno a realtà): la rivoluzione del WMS che cambia totalmente il modello di gestione delle risorse e delle scorte grazie alla “Regia Attiva” delle operations | Relatore Giorgio Tesorieri - Infolog

Industry e logistica 4.0… ma dove nasce la vera rivoluzione?
L’industry 4.0 disegna un modello aziendale in cui le tecnologie improntate alla cosiddetta “digital economy” la fanno da padrona.
In quest’ottica anche l’approccio alla logistica deve necessariamente essere diverso. Oggi la logistica deve ridurre il più possibile i tempi, riducendo al contempo i costi e aumentando il servizio al cliente sia interno sia esterno.
Questo significa permettere all’azienda di reagire istantaneamente alle richieste in modo sistematico, perfettamente procedurato.

Gestire qualsiasi livello di scorte, di lavoro e di urgenza come normalità? Come è possibile ottenere questo risultato?
Grazie all’utilizzo della Regia Attiva, il rivoluzionario Schedulatore di Magazzino che calcola il lavoro da fare ridistribuendolo alle risorse attive in quel momento, garantendo la massima ottimizzazione delle scorte, del lavoro degli operatori, del trasporto e del materiale impiegato.
Il sistema guida “Autonomamente” gli operatori nell’esecuzione delle diverse operazioni logistiche, a seconda delle priorità, ruoli e localizzazione definendone automaticamente la sequenza e l’assegnazione per attitudine a ciascuna risorsa. Grazie a questo sistema è possibile ridurre fortemente i costi logistici relativi a locazioni, tempi, mezzi e risorse.

Relatore
Giorgio Tesorieri – Vicepresidente di Infolog Spa, con esperienza consolidata di oltre 30 anni soprattutto in ambito ERP nazionali e internazionali, si occupa delle linee commerciali strategiche riguardo alla espansione della società per i sistemi e le soluzioni software INTELLIMAG WMS&SCM in ambito nazionale e internazionale.

 

12.30 - 13.00 Outsourcing: quando conviene e come attivarlo al meglio | Relatore Marco Cernuschi - Simco

12.30 - 13.00 Outsourcing: quando conviene e come attivarlo al meglio | Relatore Marco Cernuschi - Simco

Indubbiamente decidere di affidare in outsourcing la propria logistica implica di effettuare delle scelte che hanno un impatto rilevante e complesso sull’azienda: si devono affrontare temi di carattere logistico, commerciale, finanziario, economico ed etico. Per questo motivo le scelte non sono mai semplici da prendere e richiedono un percorso progettuale ben articolato per evitare di sbagliare.
L’outsourcing, infatti, ha molte declinazioni (può essere totale o parziale, speculativo o strategico, di breve o lungo termine, etc.) e si tratta di affrontare il tema con la giusta competenza ed esperienza.
Simco ha affrontato per i suoi clienti molti progetti focalizzati sull’outsourcing, dalla scelta del fornitore, alla gestione del tender, all’assistenza all’avviamento fino al controllo delle prestazioni.

Relatore
Marco Cernuschi
Senior Partner Consultant di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 1.800 progetti per più di 450 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici.
Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.

13.00 - 14.00 Lunch

14.00 - 14.30 Il 3D su Internet per la fabbrica 4.0 : il Visual Management per condividere , monitorare e fare controlli dimensionali | Relatori Giovanni Scarpetta e Francesco Sacerdoti - Koirè

14.00 - 14.30 Il 3D su Internet per la fabbrica 4.0 : il Visual Management per condividere , monitorare e fare controlli dimensionali | Relatori Giovanni Scarpetta e Francesco Sacerdoti - Koirè

Il tema dell’incontro del 29 marzo alle 14.00 riguarda come il Visual Management 3D possa contribuire ad armonizzare con strumenti WEB il complesso ecosistema della documentazione tecnica e della produzione .
Nella prima fase a partire dal 3D si può relazionare l’evoluzione delle distinte basi del prodotto ed in tal modo si possono condividere le seguenti azioni quotidiane :
• Informazioni dei prodotti forniti come manuali cartacei ed immagini 2D
• Documentazione tecnica a corredo della progettazione tra tutti gli utenti dell’azienda.
• Ricerche Bottom-Up degli elementi : determinazione del loro numero di occorrenze in un prodotto con la corrispondenza del 3D di riferimento
• Confronti tra distinte basi per confrontare le configurazioni di prodotto
• Visualizzazione e coordinamento di tutta la documentazione tecnica 2D – 3D –specifiche tecniche

e tutto questo sul WEB ed in modo da associare sempre il 3D

A partire da uno standard ISO 10303 : file STEP , è possibile generare la distinta base del prodotto in modo che tutti gli utenti dell’azienda possano visualizzare velocemente le relazioni tra distinta base del prodotto con le parti del 3D di riferimento
Creato questo contesto visuale le azioni che si possono attuare sono mostrate per ogni segmento o reparto aziendale .
L’accoppiata 3D e distinta base coniuga una sintesi informativa che può essere declinata a vantaggio di tutti i dipartimenti aziendali .
Ad esempio : analizzare l’avanzamento della commessa da qualsiasi postazione in modo da avere un riscontro immediato delle parti prodotte e delle parti da produrre per la commessa di interesse. Si possono visualizzate le commesse attive associate ad un cliente con i partnumber in produzione e le loro quantità da produrre, avendo la visione dello stato reale della produzione rispetto alla lista pezzi dell’assieme selezionato attraverso il 3D con colori differenti da partnumber a partnumber che bisogna produrre. Ed ancora lanciare ed analizzare via WEB la pianificazione delle sub-forniture da richiedere ai vari fornitori. Per ogni sub-fornitore possono essere definite le date di disposizione e le date di consegna che dovranno essere rispettate dai fornitori fornendo loro tutta la documentazione tecnica 2D e 3D. Queste informazioni sono tutte condivise in un’unica base dati a cui possono accedere i fornitori attraverso la Web Application in modo da poter facilmente gestire lo stato di avanzamento del prodotto da fornire all’azienda.
Nella seconda fase la Koirè srl presenta una applicazione di successo per il controllo dimensionale in linea tramite telecamere , telemetri ed ovviamente tecniche di Image Processing
E per finire le potenzialità del 3D sul web sono configurate per il settore della manutenzione e dei ricambi : Spare Parts

Relatori
Giovanni Scarpetta , fisico cibernetico da sempre attento al valore del mondo 3D come regolatore della qualità dei prodotti . Le sue ultime ricerche sono orientate alle potenzialità dei paradigmi del web e dei protocolli di comunicazione di ultima generazione
Francesco Sacerdoti , ingegnere elettronico da sempre attento alle problematiche dell’automazione e della misura . Le sue ultime ricerche sono orientate ai sempre più affascinanti paradigmi dell’Image processing e alle sue potenzialità collegate al mondo del 3D

14.00 - 14.30 Pianificazione e controllo dei giri di consegna. Esperienze di successo in ambito e-commerce e retail alimentare | Relatore Roberto Canova - Erredi Consulting

14.00 - 14.30 Pianificazione e controllo dei giri di consegna. Esperienze di successo in ambito e-commerce e retail alimentare | Relatore Roberto Canova - Erredi Consulting

• Tu fai la spesa come sempre, noi la portiamo a casa tua!
• Richiedi la consegna della tua spesa a domicilio. La spesa è più leggera!
• La spesa comoda a due passi da te!
• Ordina online e consegniamo in giornata!

Questi sono alcuni dei numerosi slogan che alcuni dei più famosi retailers hanno adottato nella strategia di comunicazione nella vendita di prodotti online con successiva diretta consegna al domicilio del consumatore.

Tutto appare molto semplice, immediato, per certi aspetti banale, ma dietro a questa prima immagine di facciata si nasconde una indiscutibile complessità che dev’essere affrontata con adeguati strumenti di supporto e con tecnologia di estrema innovazione.

La relazione porrà l’enfasi sulla fondamentale importanza di un’adeguata pianificazione delle consegne e sul controllo real-time delle attività di distribuzione sul territorio. Tutto questo per conseguire il livello di servizio atteso da parte del cliente e garantire la profittabilità obiettivo da parte dell’azienda.

Verranno poi illustrate nel dettaglio due differenti esperienze di pianificazione e controllo delle consegne a domicilio, maturate presso significative catene di supermercati alimentari e la relativa implementazione di successo del prodotto ROADNET ANYWHERE quale sistema di ottimizzazione dei giri di consegna e del loro controllo in tempo reale.

Relatore
Roberto Canova è socio fondatore di Erredi Consulting, società di integrazione di sistemi per la quale ricopre la carica di Amministratore Delegato. Esperto di logistica, presente da oltre 20 anni sui temi del magazzino e dei trasporti, ha speso gran parte della propria attività professionale all’interno di contesti multinazionali ed iniziative imprenditoriali. Dalla fine degli anni ‘90 è attivo sui temi della pianificazione ed ottimizzazione dei trasporti, ambito nel quale opera con il prodotto Roadnet Anywhere di Omnitracs (www.omnitracs.com), prodotto attivo, a livello internazionale, presso più di 5.000 clienti della distribuzione food&beverage.

14.30 - 15.00 Incontri one2one

15.00 - 15.30 Le norme UNI e le scaffalature metalliche porta pallet: dal “punto zero” alla validazione d’uso | Paolo Giunta - Studio Giunta

15.00 - 15.30 Le norme UNI e le scaffalature metalliche porta pallet: dal “punto zero” alla validazione d’uso | Paolo Giunta - Studio Giunta

In ambito logistico è fondamentale disporre di ambienti per lo stoccaggio delle merci idonei all’uso e conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa in vigore.
La corretta gestione delle scaffalature metalliche porta pallet è regolata da un corpus normativo di cui la UNI 11636, di recente pubblicazione, è il collettore principale. Questa norma individua nell’esperto validatore la figura che deve guidare l’azienda nel processo di riordino del parco installato ed avviare l’iter di corretta gestione nel tempo del sistema di immagazzinaggio.
Lo Studio Giunta ha sviluppato una serie di servizi specificatamente dedicati alle scaffalature metalliche medio-pesanti presenti negli ambienti adibiti a deposito che soddisfano proprio questa esigenza.
Nel corso dell’intervento verranno illustrati:
• le procedure che consentono di valutare la portata delle scaffalature sprovviste dei cartelli di carico;
• il sistema dei controlli periodici per la sicurezza a cui tutte le scaffalature devono essere sottoposte;
• le documentazioni che attestano la corretta gestione del sistema di immagazzinaggio;
• l’iter da percorrere per l’ottenimento della validazione d’uso.

Relatore
Paolo Giunta
Laureato in Architettura a Milano nel 2000, fonda lo Studio Giunta nel 2002 e dal 2005 è “professionista antincendio” iscritto negli appositi elenchi del Ministero dell’Interno. Dal 2013 avvia le attività di verifiche statiche e controlli visivi sulle scaffalature metalliche. Oggi gestisce una squadra di 14 persone che opera su tutto il territorio nazionale, svolgendo servizi di ingegneria per la logistica, la GDO e il retail.

15.00 - 15.30 Framos presenta i sistemi dinamici e statici Peso e Volume PLUG&PLAY per l'intralogistica automatizzata | Relatore Cristina Motta - Framos

15.00 - 15.30 Framos presenta i sistemi dinamici e statici Peso e Volume PLUG&PLAY per l'intralogistica automatizzata | Relatore Cristina Motta - Framos

Framos, lo specialista nella visione industriale, presenterà al GSL i sistemi dinamici e statici peso-volume per colli e bancali.
Attraverso la personalizzazione software è inoltre possibile classificare morfologicamente gli oggetti, gestire lo spazio in magazzino, ottimizzare gli imballi per una riduzione dei costi di trasporto e controllare le difettosità dei colli.

I sistemi VLG (Volume Light Grid) e FSD (Framos Static Dimensioner) sono stati concepiti per supportare i processi intra logistici mediante l’acquisizione rapida dei dati di base (peso e 3D); sono in grado di misurare qualsiasi tipo di oggetto, indipendentemente dalla forma, dalla superficie e dal materiale. E’ possibile lavorare con colli regolari e irregolari, semitrasparenti, opachi, riflettenti, di colore scuro. I dati precisi di misura vengono trasmessi in tempo reale direttamente ai sistemi interni ERP.
Numerosi sono i clienti che si avvalgono delle competenze di FRAMOS per i propri processi logistici, all’interno di magazzini di materiali di ricambio nell’industria automobilistica e degli elettrodomestici, nella grande distribuzione organizzata, nell’e-commerce, nei corrieri, negli aeroporti e nei centri postali.
Con il ‘’piano Industria’’ il Governo Italiano ha introdotto per l’anno 2017 un nuovo iperammortamento del 250% sull’acquisto di specifici beni materiali e immateriali a favore dell’automazione industriale. I sistemi peso-volume per colli e bancali di FRAMOS rientrano tra le tecnologie sulle quali e’ possibile investire

Relatore
Cristina Motta
Global Line Manager divisione logistica di Framos imging system

15.30 - 16.00 Incontri one2one

16.00 - 16.30 Online Marketing che funziona davvero, anche nel B2B | Relatore Claudio Gagliardini - Seidigitale

16.00 - 16.30 Online Marketing che funziona davvero, anche nel B2B | Relatore Claudio Gagliardini - Seidigitale

Sito internet, App, Social Media, SEO, SEM, SEA, Online Advertising… centinaia di possibilità, di sigle difficili da comprendere, di investimenti da pianificare per poi raccogliere cosa? Nel B2B la maggior parte di quello che vi propongono rischia di non funzionare, di costare troppo rispetto a quanto si raccoglierà o di non essere abbastanza, in un mondo complesso come quello della Logistica e della Supply Chain.
Cosa serve davvero per ottenere risultati senza sprecare budget e risorse? Su cosa investire e perché? Facciamo il punto della situazione dell’Online Marketing per il B2B e per le aziende del comparto.

Relatore
Esperto di Webmarketing, Social Media Marketing (SMM), Digital PR, e comunicazione sui media digitali, cofondatore di seidigitale.com, progetta e cura strategie di Comunicazione & Marketing online, con particolare riferimento ai settori del Turismo, Food, Automotive e Real Estate. Blogger, divulgatore, formatore, speaker e relatore nei più importanti eventi e appuntamenti del settore. Co-Autore inisieme ad Ale Agostini di “Social Google Marketing”, edito da Hoepli nel 2015. Quando, come e perché utilizzare i Social Media e le piattaforme della rete all’interno di una strategia di marketing è il fulcro del suo lavoro, che non si limita agli aspetti squisitamente tecnici, ma sconfina nello studio delle implicazioni e dell’impatto che essi hanno sulla diffusione e sulla percezione del messaggio.

16.30 - 17.00 Incontri one2one

17.00 - 17.30 Tecnologia VS Manualità - Quale compromesso? Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

17.00 - 17.30 Tecnologia VS Manualità - Quale compromesso? Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

E se il compromesso fosse (come al solito) la soluzione ideale?
Probabile, ma sicuramente non un compromesso scontato e/o banale.
Le sorprese sono sempre dietro l’angolo.
Servono comunque poche chiare idee e ……

Relatori
Paolo Azzali
Classe 1965. Consulente di logistica e supply chain management dal 1991.
Autore di oltre 100 articoli, partecipa da oltre 15 anni come relatore e docente a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione professionali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan Srl
Dal 2008 è il consulente di Logistica dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI).

Stefano Bianchi
Classe 1960. Consulente logistico dal 1990.
Autore di numerosi articoli, partecipa come chairman e relatore a convegni e seminari su temi logistici e svolge attività di coordinamento e docenza in master in logistica industriale organizzati da università ed associazioni industriali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan s.r.l.

Dalle 17.30 Aperitivo di saluto

Expertise & Skill
Un approccio mirato
Conferenze di scenario sull’evoluzione della supply chain, workshop tematici su case history e soluzioni di mercato, incontri di business one to one.
Un incontro reale
Opportunità di conoscere dal vivo professionisti, soluzioni e tecnologie e far conoscere il valore e le competenze dell’azienda.
Una partecipazione su misura
Appuntamenti di business pianificati e ottimizzati su agende personalizzate per ciascun partecipante.
Iscrizioni

La partecipazione in qualità di visitatori al Global Summit Logistics & Supply Chain è gratuita e rivolta esclusivamente a Dirigenti e Funzionari aziendali. ll partecipante potrà vivere l’evento con una presenza personalizzata, entrambe le giornate o a parte di esse, suddivisa tra momenti in aula d’approfondimento e incontri one to one con gli espositori, per conoscere proposte, servizi e soluzioni.

La partecipazione è subordinata alla pre-registrazione fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’organizzazione si riserva il diritto di rifiutare la registrazione senza dover giustificare la propria decisione. Tutte le richieste di partecipazione accettate saranno confermate dalla nostra segreteria organizzativa.

Le società che offrono servizi, soluzioni, sistemi, tecnologie e prodotti per la logistica e la supply chain, possono intervenire esclusivamente in qualità di sponsor, espositori dell’evento. Richiedi informazioni.

La partecipazione in qualità di visitatore è rivolta ad aziende “End User”.

Partner
Location

Location del Summit

Il Global Summit Logistics & Supply Chain si svolgerà presso il Centro Congressi Zanhotel & Meeting Centergross, a soli 8 km dal centro storico di Bologna. Un'atmosfera e uno spazio ideali per eventi di business.

Recapiti Segreteria Organizzativa

Concordia Professional Oriented Events
Tel: 011 07 45 674 - Fax: 011 07 45 671
Serve aiuto?
chiamaci
+39 011 07 45 674
contattaci
Evento organizzato da concordia