Interviste

Intervista ad Alessandro Annibaletti, Director Supply Chain & Warehouse Management di Beta 80 Group

Buongiorno, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLSummit23.
Ciò che i mercati sempre più chiedono è flessibilità, duttilità, capacità di adattare in tempi rapidi i propri prodotti e servizi a richieste ed esigenze nuove e inaspettate. Come aiutate i vostri clienti ad affrontare questa sfida in modo economicamente sostenibile?

È possibile affrontare le sfide che ogni giorno il mercato ci pone solo attraverso un portafoglio prodotti evoluto e costantemente aggiornato. La piattaforma proprietaria Stockager® Suite ci garantisce di poter approcciare in modo innovativo i progetti di ammodernamento dell’intralogistica dei nostri clienti, con risultati funzionalmente ed economicamente soddisfacenti.

Nel mondo SAP EWM, inoltre, raggiungiamo gli stessi risultati applicando ed adattando soluzioni preconfigurate, con conseguente ottimizzazione dei tempi e dei costi.

Si è parlato a lungo di resilienza e della necessità per le aziende di adottare ogni possibile strategia e buona pratica in quella direzione. Oggi si sente più spesso parlare del principio di antifragilità, ovvero dell’attitudine al costante miglioramento in funzione dei fattori di stress, volatilità, disordine che sollecitano persone e aziende. Qual è la ricetta antifragile che proponete ai vostri clienti?

Dal nostro punto di vista, resilienza significa flessibilità e rapidità nella risposta ai cambiamenti e alle sfide poste dal mercato. Ciò di cui persone e aziende hanno bisogno è la capacità di anticipare le criticità che possono sorgere durante il proprio percorso. Questo non è possibile senza un team che si rapporta proattivamente, con fiducia e trasparenza, senza rigidità e ingessatura nei ruoli, al proprio interno e con i clienti/partners. Operando in questo tipo di ambiente e con un programma di formazione continua costantemente perseguito, a tutti i livelli, è possibile definire strategie condivise e affrontare la volatilità e l’inaspettato, anticipando, dove possibile, le tendenze.

Il successo dei grandi gruppi multinazionali ci insegna soprattutto una cosa: non c’è più spazio per le piccole realtà locali, a meno che queste non si specializzino, non puntino all’eccellenza e non sappiano fare rete e collaborare con altre realtà. Come può la vostra azienda aiutare le PMI a compiere questo balzo e a rimanere (o diventare) competitive?

Aiutiamo i nostri clienti nel loro percorso di crescita verso l’eccellenza del controllo dei processi logistici, mediante la flessibilità e l’apertura delle nostre piattaforme all’integrazione con i loro sistemi e con le tecnologie di nostri partner e fornitori. Inoltre, la modularità e la scalabilità della soluzione proprietaria Stockager® Suite, il WMS all-in-one per magazzini manuali, automatici e ibridi, permette di avviare con i clienti progetti in continua evoluzione, salvaguardando gli investimenti, anche quando si cresce dimensionalmente o si introducono nuovi processi e/o tecnologie.

Il tema della sostenibilità è sempre più al centro del dibattito e le aziende più impegnate in questo ambito iniziano a veder premiati i propri sforzi anche in ambito B2B. Può la logistica andare davvero in questa direzione?

Crediamo che oggi la logistica debba andare in questa direzione, impostando un percorso di costante miglioramento sul tema sostenibilità. Per farlo, l’introduzione e la costante evoluzione di sistemi digitali per la gestione della logistica e dei trasporti deve essere accompagnata da tecnologie di raccolta e analisi dati, fondamentali per elaborare piani innovativi e sostenibili nel tempo.

Alessandro Annibaletti di BETA 80 GROUP
30° Global Summit Logistics and Supply Chain
22 | 23 MAGGIO 2024
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI