Intervista ad Angela Sgualdi, Marketing Manager di Linde Material Handling Italia

Buongiorno Angela Sgualdi, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLSummit20. Cosa vi aspettate da questo evento?
Le nostre aspettative ruotano intorno al concetto di “relazione” e “soluzione”. La pandemia ha limitato tutti nella possibilità di interazione nei contesti reali, ed è per questo che abbiamo incrementato e vogliamo incrementare le occasioni di incontro con clienti o potenziali in modalità virtuale tramite video call o videoconferenza.
Questa edizione online per noi è una occasione in più per dialogare con i clienti e investire nella relazione, anche se in una modalità diversa da come siamo abituati. Inoltre, ci permette di presentare le nuove soluzioni tecnologiche che abbiamo sviluppato nell’ottica di supportare tutti gli operatori del material handling nell’affrontare questo difficile periodo e far fronte al futuro in modo più sicuro e digitale.

Il decennio appena terminato ha portato grandi innovazioni e molte promesse tecnologiche ancora da realizzare. Quali sono quelle che ritenete più importanti e prospettiche e quali invece siete già in grado di implementare?
L’automazione fisica, la digitalizzazione dei processi, la sicurezza sui luoghi di lavoro e la sostenibilità ambientale sono a mio parere le aree di azione più urgenti sulle quali gli operatori del settore devono investire per una logistica resiliente e sostenibile nel futuro.
Il cuore dell’offerta di Linde MH è rappresentato dai carrelli elevatori, ma già da oggi questi mezzi inglobano tutta una serie di innovazioni tecnologiche che li rendono “intelligenti” perché capaci di muoversi autonomamente senza operatore, dialogare con il sistemi software di gestione dei magazzini, gestire il rischio di collisioni o ribaltamenti, ottimizzare il consumo energetico. Quindi, Linde è pronta per aiutare gli operatori a sviluppare una logistica più sostenibile.
Per il futuro vedo grandi opportunità nello sviluppo del trasporto intermodale, che alleggerirebbe la pressione sul trasporto autostradale e sulla disponibilità di autisti e la grande sfida che resta aperta è la formazione delle persone: aiutare con la formazione le persone a gestire tutte le innovazioni tecnologiche disponibili nei magazzini e anche aiutarle nel passaggio a ruoli diversi, perché le innovazioni a livello di hardware e software si accompagnano anche con la necessità di nuove competenze o nuove figure professionali.

Perché un visitatore del #GLSummit20 dovrebbe assolutamente sedersi al vostro tavolo?
Perché siamo in grado di sviluppare soluzioni “sartoriali”, ovvero, sfruttando la metafora del sarto, “cucite” sulle esigenze del cliente. Inoltre, possiamo porci come unico interlocutore di riferimento perché il nostro know-how ci permette di gestire tutte le fasi della commessa, dalla consulenza, allo studio di fattibilità, alla vendita ed implementazione di sistemi di movimentazione merci articolati, fino alla assistenza post vendita.

Interviste

Angela Sgualdi di Linde Material Handling Italia

Global Summit Logistics & Supply Chain

29 e 30 giugno 2021

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi