Intervista a Giorgio Solferini, presidente di Alfacod

Buongiorno Giorgio Solferini, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLSummit20. Cosa vi aspettate da questo evento?
Il Global Summit Logistics & Supply Chain per noi è un appuntamento fisso, al quale partecipiamo sempre con piacere. Ci aspettiamo, come sempre, di incontrare tante belle realtà che siano realmente interessate a trovare una soluzione alle proprie necessità e, possibilmente, nelle nostre proposte.

Se avete già preso parte ad altre edizioni del Global Summit, cosa avete apprezzato delle altre partecipazioni?
Anzitutto l’ottima organizzazione, cui si unisce il buon livello delle aziende partecipanti, in linea con il nostro target. Anche gli speech sono sempre molto interessanti e rappresentano un’occasione di arricchire le proprie conoscenze. D’altronde, non si finisce mai di imparare!

Il decennio appena terminato ha portato grandi innovazioni e molte promesse tecnologiche ancora da realizzare. Quali sono quelle che ritenete più importanti e prospettiche e quali invece siete già in grado di implementare?
Sicuramente il decennio appena concluso ci ha lasciato in dote tecnologie complesse ma ad alto valore aggiunto. È chiaro che per la loro complessità hanno richiesto tempo prima di essere padroneggiate. Questo ha rappresentato un vantaggio per chi si è mosso in anticipo. Alfacod, per esempio, lo ha fatto con la robotica collaborativa mobile e fissa, con la tecnologia RFID e con il mondo dell’RTLS.
Prima che queste tecnologie fossero note al grande pubblico, noi abbiamo sviluppato una profonda conoscenza delle materie specifiche, per essere pronti a proporle nel momento in cui le aziende italiane fossero state pronte a capire il valore aggiunto che portano. Questi sono, e saranno sempre di più, gli anni in cui questo passo verrà compiuto definitivamente.

In cosa ritenete che la vostra azienda si distingua davvero dalle altre?
Innanzitutto per i trentaquattro anni di esperienza nel settore dell’identificazione automatica e del data capture. A questo si aggiunge il grande patrimonio di competenze ed esperienze di Alfacod maturate nel corso degli anni nei tantissimi sistemi e progetti realizzati.
Inoltre, condividendo il detto secondo cui “le persone possono dubitare di quello che dici ma crederanno sempre a quello che fai”, Alfacod ha creato nella sede di Bologna un Experience Center perché il cliente possa vedere e toccare con mano, come un moderno San Tommaso, le soluzioni che possiamo proporgli. 320 metri quadrati in cui le persone possono vedere in funzione e misurare concretamente l’intero ventaglio di soluzioni tecnologiche che Alfacod ha realizzato.

Perché un visitatore del #GLSummit20 dovrebbe assolutamente sedersi al vostro tavolo?
Perché può trovare in noi un partner affidabile, in grado di garantirgli la totale gestione tecnologica dell’area logistica o delle zone produttive. Un interlocutore unico, esperto e competente, abituato a progettare le proprie integrazioni in maniera sartoriale per ogni azienda e per le sue specifiche necessità.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 20 e 21 maggio a Pacengo di Lazise (VR).

Interviste

Giorgio Solferini di Alfacod

26° Global Summit Logistics & Supply Chain

20 e 21 maggio 2020

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi